Autore Topic: Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia  (Letto 6595 volte)

Giò

  • Artisti
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5226
  • Karma: +6/-1
    • Mostra profilo
Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« il: Marzo 15, 2011, 06:49:20 am »

Salve amici, ho pensato di far sventolare il tricolore sul forum, per partecipare alla celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia.


 







Giò

  • Artisti
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5226
  • Karma: +6/-1
    • Mostra profilo
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #1 il: Marzo 15, 2011, 07:05:07 am »

Per preparare questo tricolore ho visitato il web ed ho trovato queste informazioni interessanti, che forse in qualche cassetto della memoria giacevano, ma che non ricordavo più.


"La bandiera della Repubblica italiana è il Tricolore: verde, bianco e rosso a tre bande verticali di eguale dimensione"
Articolo 12 della Costituzione italiana



Anche i colori della bandiera sono stabiliti, ed ho messo quelli nel tricolore che vi ho inviato.

Vi riporto questo discorso del Carducci sul significato dei tre colori della nostra bandiera.


Dal discorso di Giosuè Carducci, tenuto il 7 gennaio 1897 a Reggio Emilia per celebrare il 1° centenario della nascita del Tricolore

«Sii benedetta! Benedetta nell'immacolata origine, benedetta nella via di prove e di sventure per cui immacolata ancora procedesti, benedetta nella battaglia e nella vittoria, ora e sempre, nei secoli! Non rampare di aquile e leoni, non sormontare di belve rapaci, nel santo vessillo; ma i colori della nostra primavera e del nostro paese, dal Cenisio all' Etna; le nevi delle alpi, l'aprile delle valli, le fiamme dei vulcani, E subito quei colori parlarono alle anime generose e gentili, con le ispirazioni e gli effetti delle virtù onde la patria sta e si augusta: il bianco, la fede serena alle idee che fanno divina l' anima nella costanza dei savi; il verde, la perpetua rifioritura della speranza a frutto di bene nella gioventù de' poeti; il rosso, la passione ed il sangue dei martiri e degli eroi, E subito il popolo cantò alla sua bandiera ch' ella era la più bella di tutte e che sempre voleva lei e con lei la libertà»,




vit

  • Artisti
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3029
  • Karma: +5/-0
    • Mostra profilo
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #2 il: Marzo 15, 2011, 15:11:21 pm »
Bella Gio,  hai fatto bene a fare questa ricerca  ABBRX

Milena

  • Artisti
  • Sr. Member
  • *****
  • Post: 461
  • Karma: +3/-0
    • Mostra profilo
    • Sito di medicina alternativa
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #3 il: Marzo 15, 2011, 19:10:53 pm »
non so se avete visto Striscia ieri

incredibile il vice direttore del museo del risorgimento a roma    non  conosce le date  storiche importanti
e nel museo  attualmente ci sono tutte date sbagliate benedit)
e in piu volevano chiusere il museo il 17 festa nazionale per lavori http://www.italiaunita150.it/sala-stampa/schede_programma/17-marzo-festa-nazionale.aspx
ma grazie a striscia il sindaco è intervenuto per spostare la data di chiusura del lavori

nica fatti assumere nel museo tu che sei forte in storia LETTX

Milena

  • Artisti
  • Sr. Member
  • *****
  • Post: 461
  • Karma: +3/-0
    • Mostra profilo
    • Sito di medicina alternativa
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #4 il: Marzo 15, 2011, 19:15:56 pm »

Salve amici, ho pensato di far sventolare il tricolore sul forum, per partecipare alla celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia.




carina questa foto

Grazie a Benigni  BRAVXe al suo intervento nell ultimo festival di sanremo ( e non grazie ai miei studi scolastici MARTX) ho saputo che i colori della bandiera italiana sono ispirati dalle opere di Dante Alighieri
IL paradiso della Divina Commedia
e piu precisamente agli abiti di Beatrice

LO sapevate voi?

vit

  • Artisti
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3029
  • Karma: +5/-0
    • Mostra profilo
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #5 il: Marzo 15, 2011, 23:18:29 pm »
No io non lo sapevo, ma striscia la notizia l'ho vista quando accennavano alle date sbagliate nel museo
Meno male che è intervenuto Alemanno......
Milena con il tuo link mi  sono andata a spolverare delle notizie importanti, bravissima averlo linkato  CIAOX ZZZ

Giò

  • Artisti
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5226
  • Karma: +6/-1
    • Mostra profilo
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #6 il: Marzo 16, 2011, 08:44:37 am »
Vi posto un'altra piccola ricerca che ho fatto sulle donne che hanno partecipato attivamente al Risorgimento e che non troviamo nei libri scolastici.
E' uno scritto che ho preso interamente dal web.


Si comincia con Colomba Antonietti, la figlia di un fornaio dell’Umbria. Finita dentro i giorni della Repubblica romana del 1849. Una donna non comune, ma chi lo era allora? Moglie di un combattente, Luigi Porzi, che non si risposò più dopo averla persa per un colpo dei francesi. Si va avanti con Anita Garibaldi. Fa la guerriglia ai pregiudizi e alle cattiverie. Tende imboscate ai benpensanti. Ascolta le ragioni del cuore. Muore, come morivano le eroine dell’Ottocento. Che non c’erano lacrime di commozione ma solo dispiacere, e forse rabbia, per non farcela a vedere quello che sarebbe stato. Ci sono donne con nomi che non finiscono mai per ragioni che non sono le stesse: Cristina Trivulzio di Belgiojoso o Giuseppa Bolognara Calcagno, Peppa la cannoniera. Una nobildonna milanese e la trovatella siciliana. I salotti dell’aristocrazia e le osterie mal frequentate. Cristina che combatte il suo piccolo mondo antico, Giuseppa che cresce, lavora, impara e dice «chi pecora si fa, il lupo se lo mangia». Serva, stalliera e poi per strada a combattere i Borboni. Con gli uomini, meglio di un uomo. La sua storia scovata, lucidata e raccontata da Dacia Maraini. Come quella di Enrichetta Di Lorenzo, la compagna di Carlo Pisacane. Colta e curiosa.
Le altre donne hanno suoni che vengono da lontano: Margaret Fuller, l’americana arrivata in Italia per vedere come si rivoltava un popolo. O Sara Levi Nathan, «la banchiera della rivoluzione». E Rosalie Montmasson, l’unica donna dei Mille di Garibaldi. L’Italia «espressione geografica» di Metternich per loro era solo una battuta venuta male.
«Svelta, intelligente, ardita e prudente insieme», cioè Antonietta De Pace. Una famiglia che l’aveva educata a pensare. E lei, ricca e fortunata, ma sensibile e attenta, alle condizioni dei contadini del Salentino. Aveva studiato diritto per difenderli meglio. Poi si era spesa per l’Italia. Una delle tante, delle troppe che neanche 150 anni sono bastati per ricordare.

Gianni

  • Impara ad usare il computer da ... PC da zero
  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3141
  • Karma: +5/-0
    • Mostra profilo
    • PC da zero
Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #7 il: Marzo 16, 2011, 21:53:39 pm »
 BRAVX Bravissima Giovanna, bella la tua immagine e interessanti le tue ricerche  BRAVX

Io vi propongo invece il video molto carino, visto anche in TV, per la celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia:



Buonalettura - Comunità

Re:Celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia
« Risposta #7 il: Marzo 16, 2011, 21:53:39 pm »

 

Forum Buonalettura archivio   http://buonalettura.org/forum/